Rocca di Cambio

icon_1

Nel paese di Rocca di Cambio, a circa 2 km dal centro del paese, è sita l’abbazia di S.Lucia, risalente al 12° secolo d.C, che rappresenta uno dei più importanti complessi abbaziali di architettura gotico-romanica italiani. Al suo interno la chiesa custodisce il prezioso ciclo di affreschi realizzati da insigni artisti abruzzesi di scuola Giottesca datati XII-XIII sec.

Nel cuore del paese vi aspettano invece le due bellissime chiese di Santa Maria e della Madonna.

Monte Rotondo

icon_2

Monte Rotondo , con un’ altitudine di 2.064 mt., è una delle vette che circondano l’altopiano delle Rocche, appartenente alla catena del Sirente-Velino. Sulle cime del Monte Rotondo è posizionata la statua della Madonna della Neve, bianca e benedicente, recante la dedica a Papa Giovanni Paolo II, che era solito venire spesso a sciare a Campo Felice.

Papa Celestino V

icon_4

Eletto e incoronato nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio a L’Aquila, Celestino V fu il primo papa che volle esercitare il proprio ministero al di fuori dei confini dello Stato Pontificio. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica che ne celebra la festa liturgica il 19 maggio. È patrono dei due comuni che ne rivendicano i natali (Isernia e Sant’Angelo Limosano) e compatrono de L’Aquila, di Urbino e del Molise.

Porta Santa

icon_3

La Perdonanza Celestiniana è un evento storico-religioso che si tiene ogni anno a L’Aquila nel mese di Agosto e ha il suo apice con l’apertura della Porta Santa. Il nome deriva dalla Bolla pontificia emanata da papa Celestino V nel 1294, con la quale concedeva l’indulgenza plenaria a chiunque, confessato e comunicato, entri nella basilica di Santa Maria di Collemaggio attraverso la Porta Santa.

Forte Spagnolo

icon_5

Il Forte Spagnolo, anche noto come Castello Cinquecentesco, è una fortezza aquilana costruita nel corso di un grandioso progetto di rafforzamento militare del territorio avvenuto durante la dominazione spagnola in Italia meridionale nella prima metà del Cinquecento. Mai utilizzato per scopi bellici, fu utilizzato nel Seicento come residenza del governatore spagnolo e successivamente come alloggio per i soldati francesi nell’Ottocento e tedeschi durante l’ultima guerra mondiale.

99 Cannelle

icon_6

La fontana delle 99 Cannelle, situata nella zona della Rivera, è una delle più antiche del centro storico dell’Aquila. La fontana è costituita da novantatré mascheroni in pietra e sei cannelle singole, dalla maggior parte dei quali sgorga l’acqua. Secondo la tradizione, le cannelle rappresenterebbero i novantanove castelli che, nel XIII secolo, parteciparono alla fondazione della città dell’Aquila.

Basilica di S.Bernardino

icon_7

La Basilica di San Bernardino situata a L’Aquila, venne eretta, con l’adiacente convento, fra il 1454 ed il 1472 in onore di san Bernardino da Siena. Le spoglie del santo sono custodite all’interno della Basilica in un bellissimo mausoleo.

Grotte di Stiffe

icon_8Le Grotte di Stiffe sono un complesso di grotte carsiche situate nel territorio del comune di San Demetrio ne’ Vestini (AQ). Rappresentano una delle attrazioni naturalistiche più importanti della provincia aquilana, sono accessibili e aperte al pubblico con visite guidate.

Castello di Celano

icon_9Il castello Piccolomini è sito nel centro storico di Celano, famoso per essere dominante sulla piana del Fucino, nel territorio della Marsica. A seguito del restauro che è stato realizzato ricostruendo fedelmente l’antica struttura, il castello assume l’aspetto della fortezza medievale con funzione difensiva dell’abitato di Celano.

Rocca Calascio

icon_11Il comune di Calascio è situato in provincia dell’Aquila, all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, ad un’altitudine di 1.460 mt. È conosciuto per la presenza della Rocca, una delle più elevate d’Italia, e dell’antico borgo medioevale sottostante, oggi pressochè disabitato.

Anfiteatro – Alba Fucens

icon_10Il sito archeologico di Alba Fucens, colonia di diritto romano che occupava una posizione elevata e ben fortificata ai piedi del Monte Velino, si trova a 7 km circa dall’odierna città di Avezzano. Ad Alba Fucens era presente anche un anfiteatro e numerose case appartenenti al patriziato locale, fra cui una villa nota come Domus che, secondo un’ipotesi suggestiva, non confermata da fonti, dovette essere di proprietà del Prefetto del Pretorio Quinto Nevio Sutorio Macrone

Monte Magnola

icon_12I monti della Magnola si trovano fra il gruppo del Velino-Cafornia ed il Monte Sirente, separati dai primi dalla Valle Majelama e dal secondo dall’Altopiano delle Rocche. Sono delimitati a nord dai Piani di Pezza ed a sud dalla Piana del Fucino.